SCHEDA DEL FILM

Arena Massa Lombarda

venerdì 30 luglio

SCHOOL OF MAFIA

  • Regia: Alessandro Pondi
  • Attori: Giuseppe Maggio, Guglielmo Poggi, Michele Ragno, Emilio Solfrizzi, Fabrizio Ferracane, Nino Frassica
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Nazione: Italia 2021
  • Genere: Commedia
  • Durata: 90 minuti
  • Orari

    ven 30: 21.15

Trama del film

New York - giorni nostri. Tony Masseria, Joe cavallo e Nick Di Maggio sono tre ragazzi newyorkesi. Hanno sogni, aspirazioni, progetti per la propria vita: Nick è un chitarrista che sta per entrare nel talent show più famoso d'America, Joe è un cadetto dell'accademia di polizia e Tony è un insegnante di danza. Un ostacolo li separa dalla realizzazione dei loro sogni: sono i figli dei tre boss mafiosi che si spartiscono i traffici illegali della città, determinati a farli diventare, volenti o nolenti, gli eredi dei loro affari. I tre padri dunque, rapiscono i loro figli per portarli in Sicilia, alla scuola di Don Turi 'u Ammazzaturi, il Padrino più temuto, che dovrà addestrarli a diventare dei veri boss. Sarà un duro percorso per tutti e tre, ma sarà anche un percorso di crescita personale che permetterà a Tony, Nick e Joe di definirsi e capire ciò che sono e ciò che potranno diventare.

Commento

La premessa di School of Mafia è ottima, quasi al pari di quella di Terapia e pallottole, e la sceneggiatura, firmata a otto mani dal regista Alessandro Pondi insieme a Paolo Logli, Mauro Graiani e Riccardo Irrera prova ad esserne all'altezza, riuscendoci soprattutto nella costruzione delle lezioni di Mr T che attingono alla realtà e mostrano come, al netto della degenerazione morale, ci sia qualcosa da imparare anche da un decalogo per uomini "d'onore".  È fondamentale anche che a impartire quelle lezioni siano il formidabile Nino Frassica, che non sbaglia un gesto o un'intonazione (essendo anche uno dei pochi siciliani veri del cast), e di Maurizio Lombardi che, nei panni di Salvo, costruisce una caratterizzazione degna dei film della Wertmuller.  Buoni anche i caratteristi di contorno, dal sempre affidabile Gianfranco Gallo a Tony Sperandeo, da Mario Pupella a Giulio Corso. Fra i giovani le sorprese sono Giulia Petrugnaro ma soprattutto Michele Ragno, che riesce a tirare fuori dal ruolo di Tony, sulla carta a pesante rischio di stereotipizzazione negativa dell'omosessualità, mille sfumature che lo rendono invece il personaggio più interessante della storia.  La buona riuscita del film, che comunque per molti versi funziona, sta nei disequilibri di tono: nel gestire il genere, anzi, i generi, servirebbe una maggiore coerenza stilistica, che qui è garantita più dall'ottima fotografia di Vladan Radovic e dal montaggio competente di Marco Spoletini che dalla regia, spesso diluita in inquadrature "ad effetto", e dalla sceneggiatura, che forse sconta il numero eccessivo di menti creative alla scrittura. Anche alcune incongruenze nel tratteggio dei personaggi (soprattutto Joe l'aspirante poliziotto, di per sé ben interpretato da Guglielmo Poggi) così come nelle svolte narrative tolgono forza ad una premessa comica in sé davvero divertente. (Paola Casella - MYmovies)

Trailer

Suggerisci agli amici:
TOP