SCHEDA DEL FILM

Cinema Mariani Ravenna

prosegue

IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE

  • Regia: Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte
  • Attori: Martina García, Fabrice Luchini, Patrick Bruel, Zineb Triki, Thierry Godard
  • Distribuzione: Lucky Red
  • Nazione: Francia 2019
  • Genere: Commedia
  • Durata: 117 minuti
  • Orari

    dom 27: 16.00  - 18.30 - 21.00

    lun 28 - mar 29 - mer 30: 21.00

Trama del film

Arthur e César sono amici da quando entrambi frequentavano controvoglia lo stesso severissimo collegio. Ma non potrebbero essere più diversi: Arthur è un ricercatore medico puntiglioso e ossessionato dal rispetto delle regole; César è un guascone imprudente e trasgressivo che è appena stato sfrattato da casa sua in seguito alla propria bancarotta. E se Arthur, divorziato con figlia, sta ancora aspettando pazientemente che l'ex moglie torni a casa, César colleziona avventure senza legarsi a nessuna. Per un equivoco, Arthur viene a conoscenza della gravissima condizione medica di César, e César si convince che sia Arthur a trovarsi in punto di morte. Da quel momento i due faranno a gara per realizzare i desideri finali l'uno dell'altro, anche quelli più lontani dal proprio gusto personale: il che ha il vantaggio di sbloccare lo stallo esistenziale in cui si trovavano entrambi.

Commento

Il cinema italiano e quello francese hanno dialogato per decenni mettendo in comune talenti, coproducendo film di grande qualità in cui erano presenti i grandi interpreti delle due cinematografie. Quante “coppie miste” su grande schermo abbiamo applaudito e rimpiangiamo. Per avere successo, poi, è bene che siano coppie complementari, con caratteri diversi e in grado per questo di combinarsi bene, magari dopo un primo momento di ostilità. Si cimentano con questo specifico filone di buddy movie all'europeo gli sceneggiatori e registi Alexandre de la Patellière e Matthieu Delaporte, da vent’anni a loro volta coppia vincente del cinema francese di commedia. Sono loro piccoli gioielli come Una cena tra amici, poi rifatto da Francesca Archibugi, o la serie Papa ou maman, di cui è stato realizzato un remake nostrano non indimenticabile.  La coppia de Il meglio deve ancora venire è ben assortita, formata com’è da Fabrice Luchini, bloccato, ma responsabile, e incapace di comunicare, e Patrick Bruel, mai cresciuto, che si gode la vita senza pensare al domani. Un’amicizia neanche più molto alimentata, ora che sono più che cinquantenni e vivono a Parigi, ma solida come una quercia perché poggia sulle radici di un’infanzia condivisa in un rigoroso collegio di provincia. Possono non vedersi per molto tempo, non avere molto da dirsi, ma se uno ha bisogno dell’altro basta alzare il telefono e la risposta è sempre pronta. Un equivoco di quelli enormi porta uno a pensare che l’altro ha un cancro in fase terminale, con pochi mesi ancora da vivere. Le cose sono più complesse di così, ma paradossalmente la dinamica regge dal punto di vista narrativo, visto che in fondo non servirebbe dire la verità, se non a rovinare le ultime settimane di vita  Il tempo che rimane, potrebbe essere il titolo, non certo originale, se fosse un dramma sulla malattia, ma Il meglio deve ancora venire, come suggerisce il titolo, preferisce concentrarsi sul presente, sulle cose da fare prima di morire, sulla lista dei desideri più sfrenati, la Bucket List americana. Ma se fosse solo questo allora sarebbe una commediaccia superficiale, invece Delaporte e de la Patellière costruiscono una storia per niente patetica o ricattatoria, che usa la malattia come un espediente per raccontare un sentimento potente come l’amore, “ma che ha il vantaggio di essere certo”: l’amicizia. In fondo ne sanno bene qualcosa i due registi, che lavorano ogni giorno da vent’anni per creare storie, o, come dicono loro, “abbiamo scelto il cinema rispetto alla psicanalisi perché ci si diverte di più e si vivono tante vite diverse”.   Vite diverse come quelle che due attori come Luchini e Burhel cono abituati a vivere, dimostrando in questo film un punto di contatto fra opposti sorprendente. Sono diversi eppure credibili, come amici per la vita, quanto sono goffi nel raccontarsi delle verità nascoste o si commuovono nel dirsi quanto sono importanti l’uno per l’altro, ma in maniera rigorosamente virile, per telefono e di notte, senza guardarsi negli occhi. Sono loro, insieme alla trovata che pone la loro amicizia di fronte alla prova della menzogna a fin di bene, a dare un tocco di novità a un canovaccio che altrimenti sarebbe molte volte visto, e decisamente poco originale. Il meglio deve ancora venire è a suo modo una storia d’amore, il sentimento più nobile e liberamente declinabile che esiste, che lotta contro il tempo per sistemare equivoci passati e rapporti irrisolti che bloccano la digestione da troppi anni. (Mauro Donzelli - Comingsoon)

Trailer

Suggerisci agli amici:
TOP