SCHEDA DEL FILM

Rocca Brancaleone Ravenna

venerdì 9 agosto

IL GRANDE SALTO

  • Regia: Giorgio Tirabassi
  • Attori: Ricky Memphis, Giorgio Tirabassi, Marco Giallini, Pasquale Petrolo, Valerio Mastandrea
  • Distribuzione: Medusa
  • Nazione: Italia 2019
  • Genere: Commedia
  • Durata: 94 minuti
  • Orari

    ven 9: 21.15

    il film è preceduto dalla proiezione del corto IL MONDIALE IN PIAZZA

Trama del film

I quarantenni Rufetto e Nello sono due rapinatori maldestri che, dopo aver scontato quattro anni di carcere per un colpo andato male, vivono in un quartiere della periferia romana.I due non demordono e progettano una rapina che potrebbe dare una svolta alle loro vite mediocri. Riprendere in mano l'attività e soprattutto portarla a buon fine, però, non è per niente facile: si convincono, così, che il destino non sia dalla loro parte...

Commento

Il grande salto, esordio alla regia del lungometraggio di Giorgio Tirabassi, che ha anche scritto la sceneggiatura insieme a Daniele Costantini e Mattia Torre e che interpreta il ruolo di Rufetto, è una sorta di racconto picaresco che vede protagonisti due disgraziati di quelli che sarebbero piaciuti a Dino Risi e a Monicelli, a Citti e a Steno.  Il film è chiaramente imbevuto di riconoscenza verso la lezione della grande commedia (amara) all'italiana, che Tirabassi ha assorbito ma non completamente interiorizzato, poiché i limiti di questo film, che inizia con una mezz'ora strepitosa e poi si perde un po' lungo la strada, sono la tensione imperfetta del ritmo comico, che andava accordato come una racchetta da tennis, e l'indecisione sul tono da prendere, che è cosa diversa dalla capacità di fare surfing attraverso generi diversi. Così dalla commedia farsesca si passa al grottesco e al surreale per proseguire nel melodramma, senza prendere una decisione su quale metro assestarsi.   Il miracoloso equilibrio fra comico e patetico, fra sorrriso e malinconia che Tirabassi sa tenere così bene come attore (basti pensare alla sua memorabile interpretazione nel gravemente sottovalutato La pecora nera) sembra sfuggirgli come neoregista: una responsabilità condivisa con la produzione che avrebbe dovuto intervenire maggiormente proprio su tono e ritmo, nonché su alcune ingenuità che rendono implausibili certe parti del racconto.  Dal lato positivo c'è una sceneggiatura che lavora benissimo sui dialoghi (divini quelli fra i suoceri di Rufetto) e dà pane per i suoi denti ad una bella squadra di attori, dallo stesso Tirabassi e Ricky Memphis nei panni di Nello a Gianfelice Imparato e Paola Tiziana Cruciani in quelli dei suoceri, da Roberta Mattei (Anna) a Lillo Petrolo, Mia Benedetta, Valerio Mastandrea e Marco Giallini in altrettanti amichevoli cammei.   La marcia in più di Tirabassi, attore come regista, è proprio la capacità di attirare intorno a sé affetto e di generare armonia, il che è evidente ne Il grande salto: tutti collaborano a creare un prodotto ricco di buone intenzioni e di genuino amore per il cinema. Se il risultato non è all'altezza dell'impegno è solo questione di inesperienza e di una mancata "sponda" produttiva in grado di intervenire per aggiustare il tiro insieme al regista. (Paola Casella - MYmovies)

Trailer

Suggerisci agli amici:
TOP