SCHEDA DEL FILM

Rocca Brancaleone Ravenna

venerdì 28 giugno

RED JOAN

  • Regia: Trevor Nunn
  • Attori: Judi Dench, Sophie Cookson, Stephen Campbell Moore, Tom Hughes, Ben Miles
  • Distribuzione: Vision Distribution
  • Nazione: Gran Bretagna 2018
  • Genere: Biografico/Drammatico/Thriller
  • Durata: 110 minuti
  • Orari

    ven 28: 21.30

Trama del film

L'anziana Joan Stanley vive serenamente in un elegante sobborgo londinese, tra le fotografie dei nipotini e la passione per il giardinaggio, quando viene arrestata dal MI5 e accusata di spionaggio e tradimento. Il figlio avvocato, Nick, non crede ai suoi occhi, ma, durante l'interrogatorio, Joan viene forzata a ricordare i tempi in cui studiava fisica a Cambridge, la passione per il comunista Leo Galich e il lavoro negli uffici del segretissimo Tube Alloys Project, alle dipendenze del professor Max Davies, e il passato riaffiora, più complesso e drammatico di quanto Nick avesse mai potuto immaginare.

Commento

Red Joan, con la regia del Trevor Nunn che nel 1996 diresse La dodicesima notte prima di assestarsi in teatro e tv, si ispira alla storia vera di Melita Norwood (1912-2005), la cui vita viene qui rivisitata e romanzata. Soprattutto c'è una nodale modifica alle motivazioni della reale Melita: quest'ultima aveva abbracciato la causa comunista e ammise di averla difesa in quanto garantiva alla gente - testuali parole - "cibo e prezzi che poteva permettersi, una buona educazione e un servizio sanitario." Soprattutto l'Inghilterra di oggi, che con la Russia misteriosa e sotterranea di un tempo ha ancora a che fare, non può certo permettersi un'apologia politica di questa portata.  La "Joan rossa" del titolo diventa quindi una ragazza (nei flashback è la Sophie Cookson di Crucifixion) sedotta dal comunista ribelle anglo-tedesco Leo (Tom Hughes), poi tra le braccia dello scienziato Max Davis (Stephen Campbell Moore). Joan passa i segreti sulla bomba atomica all'URSS per un altro motivo: garantire la pace, facendo sì che blocco occidentale e sovietico entrino in stallo, temendo uno l'attacco nucleare dell'altro. In definitiva, Joan lotta per evitare che la Guerra Fredda diventi reale con un'apocalisse simile a quelle sconvolgenti di Hiroshima e Nagasaki. Seppur libero rispetto all'ispirazione in carne e ossa, lo spunto interpretativo è interessante, perché vorrebbe conciliare una tensione ideologica con un atteggiamento da realpolitik non si sa quanto azzardato.  Nello spingere a riflettere sul periodo storico trattato, e sulla geografia della ricerca atomica del periodo (tra Europa, Canada e Stati Uniti), Red Joan è una produzione che può attivare la mente. Il suo contesto però ci è sembrato più stimolante del plot in sè, già peraltro passato attraverso un adattamento della vicenda sotto forma di romanzo firmato da Jennie Rooney. Nonostante si cerchi di nobilitare e modernizzare in chiave femminista l'impegno di Joan come ricercatrice (con echi di Il diritto di contare), l'impalcatura "rosa" della narrazione rimane fin troppo convenzionale e melodrammatica, poco servita da una regia piuttosto elementare e soltanto funzionale. Di certo la performance di Judi Dench è nodale nel reggere l'esperienza, anche perché, in quanto icona dall'inglesità incontestabile, garantisce in automatico la credibilità della sua eroina "diversamente patriottica". (Domenico Misciagna - Comingsoon)

Trailer

Suggerisci agli amici:
TOP