europa cinemas FICE Schermi di qualità

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere, con cadenza settimanale, la Newsletter Cinemaincentro con le informazioni, le trame, gli orari e altre notizie sulla programmazione delle nostre sale.

Se vuoi ricevere aggiornamenti o informazioni last minute via SMS inserisci il tuo numero di cellulare.

Cinema Mariani Ravenna
DIARIO DI UNA SCHIAPPA - Portatemi a casa!
domenica 8 ottobre
DIARIO DI UNA SCHIAPPA - PORTATEMI A CASA!
Regia: David Bowers
Attori: Jason Drucker, Alicia Silverstone, Tom Everett Scott, Charlie Wright, Owen Asztalos, David Bowers, Dylan Walters, Joshua Hoover
Distribuzione: 20Th Century Fox
Paese: USA 2017
Genere: Commedia
Durata: 91 minuti

Ritorna sul grande schermo Diario di una schiappa, posti nuovi, facce nuove, guai nuovi... ma il nuovo giustiziere mascherato è sempre lui! Il film infatti, racconta il viaggio della famiglia Heffley per partecipare alla festa del 90° compleanno di Meemaw, che devia in modo esilarante, quando Greg decide di andare ad una convention sui videogiochi!

Tratto dal nono libro della serie, Diario di una schiappa - Portatemi a casa! è un'apoteosi minima che mette in scena con grande senso della realtà (pur nell'iperbole comica) il problema al centro della saga letteraria e cinematografica del piccoo Greg: il fatto che gli adulti non capiscano che cosa significhi essere un ragazzo nel Ventesimo secolo. In questo episodio è infatti maggiormente evidenziato il gap generazionale fra due genitori che conoscono a memoria le canzoni delle Spice Girls e credono ancora che leggere sia più importante che spippolare sul cellulare e due figli (il terzo è ancora un infante) che senza gadget elettronici non sopravviverebbero, e ammirano youtuber che il web ha elevato a superstar. Se il ritratto di Greg è perfettamente aggiornato ai tempi moderni ma ha le sue radici in tutta la letteratura e il cinema che racconta l'infanzia come un periodo di incomprensione da parte del resto del mondo, è il fratello maggiore Rodrick, adolescente dark con la passione per la musica heavy metal e la coscienza sociale di un criceto, il vero antieroe di questa storia, grazie all'interpretazione irresistibile di Charlie Wright e alla sua fisicità comica naturale (e pazienza se, dato il suo aspetto da nativo americano, è impossibile credere che sia figlio di due genitori wasp). La regia di David Bowers, già animatore per Spielberg e la DreamWorks e ormai alla terza prova con la saga degli Hefley, è veloce e leggera e non disdegna le gag a base di vomito, puzze, cacca e pipì che piacciono tanto agli under 13, ma riesce a non degenerare nel completo gross out e a mantenere un equilibrio fra bassa comicità (comunque del tutto priva di volgarità) e sequenze funamboliche in cui l'elemento comico è generato dalla surrealità dei rapporti di causa ed effetto. Succede di tutto: un maialino in automobile, un motoscafo in piscina, una colonia di scarafaggi nel bagno di un motel, un ciccione barbuto all'inseguimento di un bambino. E si ride tanto, senza troppo vergognarsi, per l'assurdità esponenziale di certe sequenze. Ma questo episodio ha anche un'anima ed è lo strazio di un genitore che non riesce a comunicare più con figli completamente avvolti dalla modernità, e di un figlio che non sa come fare capire alla propria madre che i suoi sogni sono per lui obsoleti perché appartengono al secolo precedente. La scena in cui mamma Hefley cerca di spiegare al figlio che certe istantanee sono insostituibili perché scattate in un'epoca in cui non esisteva la fotografia digitale, è addirittura commovente. Intorno a loro c'è l'America contemporanea, raccontata con grottesca e lucida precisione: motel fatiscenti, convention di videogiochi, luna park rurali, autostrade senza fine. Come tutte le commedie efficaci, Diario di una schiappa - Portatemi a casa! racconta il presente con grande attenzione ai dettagli rivelatori, sintonizzandosi perfettamente sul pop trash e sulla pochezza di certi ambienti privi di cultura ma ricchi di pretese. (Paola Casella - MYmovies)